Con la pubblicazione del decreto del 5/10/2016, il Ministero dell'Ambiente ha fissato i valori di assorbimento del campo elettromagnetico da parte degli edifici. Si tratta di valori predefiniti che devono essere presi in considerazione dai gestori di impianti di telecomunicazioni. Questo decreto nasce dal cosiddetto decreto Crescita 2.0 (D.L. 179/2012 convertito dalla legge 221/2012), che ha introdotto all'art. 14 comma 8 alcune disposizioni integrative alle norme tecniche in materia di elettrosmog.

Ma per poter completare il quadro disegnato dal D.L. 179/2012, manca ancora un decreto attuativo per poter definire con certezza le dimensioni minime delle pertinenze esterne abitabili come terrazze, balconi e cortili.

Di seguito 2 interessanti articoli, nei quali si espone il quadro normativo vigente, fonte Il Sole 24 Ore.